Ecco il segreto di un idraulico per evitare di pagare migliaia di euro per la riparazione della caldaia.

Il guasto del riscaldamento con l’avvicinarsi dell’inverno è il timore di molte famiglie, in particolare di quelle che guardano con ansia la propria caldaia, pensando agli alti costi di installazione. Tuttavia, prendersi cura del proprio sistema di riscaldamento è essenziale, sia per la propria sicurezza, sia per la propria salute (attenzione al monossido di carbonio)… che per il proprio budget.

Se la manutenzione annuale della tua caldaia è obbligatoria, è facile effettuare tu stesso alcuni controlli durante tutto l’anno per evitare guasti nel momento sbagliato, prolungare la durata di vita del tuo apparecchio, ma anche risparmiare energia. Ecco i punti da verificare prima dell’inverno per avere una caldaia che funzioni bene secondo un idraulico:

  • Controllare il livello della pressione: deve essere compreso tra 1 e 2 bar. Puoi vederlo sul manometro, il piccolo contatore sulla tua caldaia che sembra un barometro. Un segnale? Non appena i tuoi radiatori emettono piccoli rumori come un gorgoglio, non esitare a controllare questo livello di pressione.
  • Se il livello di pressione è troppo basso o troppo alto, spurgate la caldaia, ma anche i radiatori.
  • Cerca perdite e ruggine sui tubi. Questo è un segno che devi chiamare rapidamente un professionista. Lo sfiato aria automatico, elemento presente nella vostra caldaia per eliminare l’acqua in eccesso, è fondamentale per garantire una buona efficienza del vostro impianto di riscaldamento. Il costo per sostituirlo è piuttosto basso: tra 100 e 150 euro, dove il suo cattivo funzionamento può causare rapidamente la comparsa di ruggine.
  • Se i tuoi radiatori non funzionano bene, controlla che non ci siano fanghi nel circuito. In tal caso, ciò causerà il malfunzionamento del sistema di riscaldamento e la riduzione delle prestazioni. Il consumo di energia può aumentare rapidamente e la bolletta può diventare salata. È necessario fare chiarezza.
  • La stanza in cui è installata la caldaia è ben ventilata? Verificare che il circuito di scarico esterno non sia ostruito da foglie o sporco.
  • Controllare i collegamenti e la tenuta dei giunti.
  • Controlla il tuo contratto di manutenzione se ne hai firmato uno: quando è stata l’ultima visita di un professionista autorizzato?

Una manutenzione regolare della caldaia ne garantisce il corretto funzionamento ed evita la sostituzione prematura e costosa del vostro impianto di riscaldamento. Durante la sua visita, un professionista controllerà in particolare gli elettrodi della scintilla. Un guasto di questo componente provocherà lo spegnimento della vostra caldaia e una sostituzione forzata molto più costosa quando dovrà essere effettuata con urgenza.

Lo stesso vale per la valvola limitatrice di pressione, anch’essa regolarmente citata dagli specialisti del riscaldamento come parte rischiosa. Una cattiva manutenzione può portare molto rapidamente a un guasto o a una durata di vita limitata della caldaia. In media, per un nuovo dispositivo dovrai spendere almeno 1000 euro, il prezzo medio va dai 2500 ai 3000 euro. Per i modelli sofisticati di caldaie a legna la cifra può arrivare anche a più di 6.000 euro. Il calcolo è fatto velocemente!