Trappola per mosche: come realizzarla da una bottiglia d’acqua?

Trappola per mosche: come realizzarla da una bottiglia d’acqua?

Che tu sia seduto tranquillamente sul tuo divano guardando un bel film o godendoti felicemente il pranzo in terrazza, ci sono sempre ospiti indesiderati che vengono a rovinare la tua tranquillità. Vedi di chi stiamo parlando? Mosche, ovviamente. Che calamità sono questi insetti volanti! Non importa quanto duramente li allontani, non si arrendono mai. Bene, non c’è bisogno di torturarti ulteriormente, abbiamo una buona soluzione per sbarazzarti di questo flagello. Dì a te stesso che con l’esca giusta riuscirai a intrappolarli e ritrovare finalmente la tranquillità. Forza, è ora di agire!

Come attirare le mosche in una bottiglia?

ingredienti

  • Una bottiglia d’acqua in plastica
  • Un liquido dolce

Il liquido servirà ad attirare le mosche come una calamita. Sentiranno l’odore dell’esca, voleranno verso la bottiglia per entrarci e boom, una volta dentro, non riusciranno più a uscire. È abbastanza sciocco, ma per eliminare le mosche indesiderate questa trappola funziona meravigliosamente. Prendi nota !

Passaggio 1. Segna una linea di taglio

Segna una linea di taglio sulla bottiglia

Usando un pennarello indelebile, traccia una linea attorno a una bottiglia d’acqua di plastica (1,5 litri), appena sotto il collo conico.

Passaggio 2. Taglia la parte superiore della bottiglia

Taglia la bottiglia

Usa un coltello affilato con una lama seghettata per tagliare lungo la linea segnata sulla parte superiore della bottiglia. È preferibile farlo su un tagliere per non danneggiare il bancone della cucina o la superficie del tavolo.

Passaggio 3. Realizza la trappola per mosche

Assembla la trappola

Togliere il tappo, capovolgere la parte superiore della bottiglia e farla scorrere sul fondo del contenitore (come nella foto). Fungerà da imbuto per completare la trappola per mosche.

Per informazioni

È meglio togliere prima il tappo, altrimenti le mosche non potranno accedere al buco che porterà al loro banchetto… Poi, se preferisci, puoi chiuderlo per evitare che trovino la via d’uscita.

Passaggio 4. Preparare la ricetta e inserire l’esca nella trappola

Aggiungi le arance alla trappola per mosche

Ora che avete capito il principio, togliete l’“imbuto” dalla bottiglia per poter posizionare l’esca. Quindi, sappi che le mosche adorano decomporre la materia organica. Per deporre le uova, ad esempio, la carne marcia è un’ottima scelta per attirarli. Ovviamente, per scegliere, sarebbe più semplice farlo all’aperto. Per una trappola in casa, invece, le idee come esca non mancano: frutta leggermente troppo matura, una miscela 50/50 di acqua e zucchero, acqua mista a miele, succo di frutta, sciroppo d’acero per una soluzione più appiccicosa… Anche il detersivo per piatti al gusto di frutta andrà bene. Inoltre, questo metodo è ottimo anche per catturare le vespe , anch’esse attratte dai dolci.

Per informazioni

Se usi questa trappola per mosche fatta in casa all’aperto, sentiti libero di aggiungere un po’ di aceto alla miscela. Questo sarà pratico anche per tenere lontane api e zanzare!

Passaggio 5. Realizza un coperchio per la trappola per mosche

Forare la bottiglia

Preferisci una trappola sospesa? In questo caso, usa un perforatore per praticare due piccoli fori sui lati opposti nella parte superiore della bottiglia. Assicurati che passino attraverso entrambe le parti della trappola. Quindi infila un pezzo di filo attraverso i fori, incorpora le estremità e la tua trappola per mosche fatta in casa è pronta per essere appesa.

Per informazioni

Se noti dei piccoli spazi tra i bordi del punto in cui si trova l’”imbuto” sul fondo della bottiglia di plastica, prova a chiuderli con del nastro adesivo per impedire alle mosche più dannose di scappare.

Come realizzare una trappola per mosche da una bottiglia vuota

Dove dovresti posizionare la trappola per mosche affinché sia ​​più efficace?

Anche se ci danno fastidio tutto l’anno, ci sono alcuni periodi in cui le mosche arrivano in massa, soprattutto quando le temperature aumentano. Dovresti sapere che hanno molti cicli di schiusa ogni stagione. Sarebbe quindi più saggio predisporre la trappola quando compaiono i primi insetti volanti , in questo modo eviterete una possibile invasione. E per una buona ragione, ne intrappolerai la maggior parte prima che abbiano la possibilità di deporre le uova. Naturalmente, se si vive in regioni calde, in prossimità di recinti o pascoli, la presenza delle mosche è pressoché costante. Quindi armatevi di conseguenza!

Trappola per mosche su una pianta

Ti chiedi come mantenere la tua trappola per mosche fatta in casa? È semplice. Dopo aver catturato un buon quantitativo di mosche, vi basterà semplicemente svuotare regolarmente la bottiglia e ripetere l’operazione. E, se decidi di installare una trappola da esterno con carne o escrementi animali (lettiera di pollo, pellet di coniglio), dovrai sbarazzarti delle larve che trovi nella trappola. Quindi sciacquare accuratamente la bottiglia con acqua tiepida o semplicemente creare una nuova trappola.

Domande frequenti

Quali esche funzionano meglio per una trappola per mosche fatta in casa?

Se fuori siete continuamente infastiditi dalle mosche , preparate una trappola ben studiata utilizzando carne scaduta (una prelibatezza irresistibile per le mosche!) e ingredienti zuccherini per attirare i moscerini della frutta. Ad esempio, mescola la carne avanzata (più vecchia è, meglio è!) con zucchero o miele. Per quanto riguarda le trappole all’interno della casa, potete utilizzare frutta matura o miele a vostro piacimento. E già che ci sei, per tenere lontane le api dalla tua trappola, aggiungi un po’ di aceto di mele.

Perché alcune persone aggiungono detersivo per piatti alla miscela?

Nella maggior parte dei casi, il tappo della bottiglia rovesciato non consente alle mosche di uscire facilmente. Ma per essere ancora più sicuri, c’è chi accentua l’insidia aggiungendo alla soluzione qualche goccia di detersivo per piatti. Infatti, l’odore dello zucchero e dell’aceto attirerà le mosche, mentre il sapone cambierà la consistenza del liquido e vi affogherà gli insetti.

Perché la mia casa è invasa da così tante mosche?

Non c’è nessun mistero: durante la stagione calda le mosche escono dal letargo. E questo è anche il momento in cui apriamo più facilmente porte e finestre. Da allora in poi si invitano volentieri nelle nostre case, in cerca di cibo. L’ambiente deve solo essere caldo e umido affinché possano trovare la felicità lì. Tieni inoltre presente che sono particolarmente attratti dal cibo maturo e dai rifiuti in decomposizione nella spazzatura. Queste sono le situazioni ideali per allevare mosche che possono deporre fino a 150 uova alla volta! Certo, una casa ultra pulita e con un’igiene impeccabile non attira affatto queste piccole creature. Parola al saggio…

Hit enter to search or ESC to close.